Ergosud2015. Se i giovani innovano a Sud, “abbiamo di nuovo il futuro!”

Quando nel 2013 pensai di dare testa e gambe ad un progetto per i giovani al Sud, che li rendesse protagonisti a partire da “ergoSud”…l’ass.ne Pensando Meridano era nata da qualche mese. 

[http://www.zoomsud.it/index.php/cronaca/57668-reggio-ecco-ergosud-il-progetto-culturale-per-%20giovani-affidato-a-pensiero-meridiano.html]

Ma per la verità loro, quei giovani c’erano già da qualche anno. E quelli pieni di attese e speranze e voglia di esserci già da altre generazioni precedenti.

Mi ero chiesta cosa si poteva fare oltre la lucidità di comprendere che i giovani in questo Sud sono troppo lontani spesso dalle possibilità che altri hanno altrove e quando non possono andare via a cercarle sono destinati ad abituarsi “al poco”, “a quello che si può fare…” sapendo che non è così poi, nè molto, nè sufficiente.

Mi son detta che questo, poteva aiutare la creatività e l’immaginazione ma non l’innovazione e la costruzione di un futuro possibile.

Ho pensato che occorreva partire da una proposta culturale che non dimenticasse che da giovani occorre ancora formarsi ed informarsi per sperimentare ed anche farsi venire le idee buone. Che occorreva cercare tanti mentori disponibili quanti compagni di viaggio per loro.
E così non abbiamo mai smesso di farlo da quel 2013, anche grazie ai giovani di Pensando Meridiano, a tutti gli amici, le amiche ed i colleghi che ci hanno seguito in questa impresa collettiva che quando agisce, costruisce un pezzetto di futuro di ognuno ma per tutti. Da quel tempo è nato pure il mio blog e l’idea di mettere in campo dei progetti di innovazione sociale urbana.

Nella prima edizione di ErgoSud, i giovani si erano ritrovati intorni ai temi dell’identità del Sud, dell’ambiente, della città e della programmazione comunitaria per sentirsi e costruire comunità europee.  

[  https://www.youtube.com/channel/UCsFCBVfSq6euo8HpqqPSTjQ?feature=watch]

In questi anni l’Ass.ne Pensando Meridiano ha dato gambe, fiato e coraggio a tutto questo ed ha lavorato con altri giovani, ma anche over 35, cittadini e cittadine, comunità prossime e più lontane, nella consapevolezza che “se i giovani innovano a Sud, abbiamo di nuovo il futuro!”

Non sempre le università, le città, le amministrazioni, la politica, fanno corrispondere alla consapevolezza della necessità di generazioni migliori, competenti e forti, la realtà del perseguire le strade del trasferimento delle conoscenze, delle possibilità e della visione di futuro.Ciò non avviene per tanti motivi,spesso contingenti, spesso di mancanza di visione…. ma certo adesso non è più il tempo di aspettare che si dica e non si faccia. Che si discuta e non si operi.Che si pensi e non si inventi il modo per farlo.

I giovani della città verso il 2020 non possono stare fermi.

ErgoSud 2015, ha mantenuto la sua promessa del 2013 e l’appuntamento è per il SeminarioSSI+ [C] [D] con tutti i giovani e la generazione che vuole guardare avanti, non facendosi piacere quello che già c’è.

In questa edizione si parlerà di innovazione sostenibile intelligente e di città digitale. Di come il futuro che ci aspetta delle città non possa non farci apprendere che le comunità sono aperte e differenti, che le informazioni devono essere accessibili per poter essere di interesse collettivo, che la vita deve essere sostenibile per tutti e cercare nuove forme quotidiane di uso delle risorse in una condizione di resilienza necessaria.Tutto ciò rende le città più solidali,garantisce la giustizia sociale, consente una convivenza condivisa ed oggi può aiutare a progettare per le comunità, il riscatto da ogni crisi.

Valentina e Francesco nel cantiere ReWind di Punta Pellaro.

Valentina e Francesco nel cantiere ReWind di Punta Pellaro

Ma, lavorando insieme, dopo aver appreso ciò che in luoghi distanti, ma vicini a noi perchè contemporanei nel tempo, si opera già, svolgeremo un’attività dentro il nostro FuturLab per il PON Metro 2014-2020 per la città metropolitana di Reggio Calabria.

Formuleremo strategie, tattiche e visioni sugli obiettivi tematici del programma, saranno le nostre idee di futuro prossimo ed il nostro contributo alla costruzione sociale di una città metropolitana innovata. La mostreremo all’assessorato competente e ad attenti osservatori. Potremo dire la nostra, così trasferendo conoscenza,per come vorremmo che si realizzasse e per come abbiamo appreso e per cui ci siamo confrontati.

Sarà bello farlo partire dal Seminario ErgoSud, da dove, nel 2013 era partito l’interesse per conoscerne la teoria ed adesso nel 2015, carichi di due anni di azioni di innovazione provata e condivisa, possiamo ancora esserci, “proponendo quel protagonismo dei giovani al Sud” che del loro futuro vorrebbero costruire visioni e competenze.  Speranza e bellezza.

> http://www.ilmetropolitano.it/?p=108092

Buon Seminario a tutti coloro, relatori e giovani, che animeranno con noi “la città della conoscenza” nei giorni 16 e 17 gennaio 2015. E grazie per aver risposto alla chiamata in numerosi e con entusiasmo ! Grazie ad Angelo Marra, mentore con me e gli altri relatori di questa piccola impresa…

consuelo nava

Comments: 1

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.