ReActioncity? “Diciamolo, una gran bella ‘nicoliniata’!”

Quando ho cominciato a prendere appunti sull’idea di un progetto ancora senza nome, recuperando post-it di un anno sparsi tra libri e quaderni, pensavo che avrei fatto probabilmente un gran casino. Ma già l’idea di quel casino mi piaceva, l’idea di quel gran casino da fare con luoghi, spazi della città, persone, giovani, amici, sogni, futuro, arte, scrittura, paesaggi, immagini, aspirazioni ed attese degli studenti, poesia…si poesia e visioni mi ricordava i miei colloqui degli ultimi mesi con Renato Nicolini. Dovevamo pensare come chiudere la nostra esperienza sul laboratorio di tesi che da tre anni ci eravamo inventati sulla città metropolitana di Reggio Calabria ed alla fine di discussioni su cose varie, film visti, letture di quotidiani, disperata osservazione della politica nazionale e locale, critica osservazione della realta’ accademica, sorrisi conseguenti, programma per le lezioni successive..ci dicevamo “comunque vada faremo un gran casino con gli studenti.” Il suo “ma si..” non si perdeva mai.

Diciamolo, ReActioncity, spogliato della sua bella e promettente ambizione di essere un progetto di innovazione sociale urbana in stile tutto europeo, mi pare potersi dire una gran bella “nicoliniata!” Lo avrei sottoposto così ai consigli di Renato.

Così ho detto a Francesco Spinelli, in quel quartiere di Archi, dopo averlo visto recitare con gli altri amici del Mediterraneo Teatro, in mezzo ai gradoni di cemento di una periferia da tutti dimenticata. Loro erano li, intensi, belli ed effimeri come Renato ha insegnato loro a recitare “della fondazione della città”, loro in ReActioncity hanno messo la garanzia doc alla “nicoliniata”. Loro in quell’anfiteatro recitavano della città che non c’era mentre c’era, come diventava…trasformando tutto in scena e pubblico, effimeri collettivi.

Questa idea che ci ha pervaso nei giorni delle azioni brevi, che gli spazi potessero riattivarsi come luoghi attraverso l’incursione del pensiero, del progetto e della responsabilità, questa idea di futuro nonostante tutto, necessario, eclettico, acculturato, viaggiante e propositivo…Questo progetto culturale di città, che ha avuto giovamento in bellezza e visioni di cambiamento dalla danza e dal cinema, per questo condiviso con Basilio Foti e Fabio Mollo, questa idea di città d’Europa possibile anche qui a reggio Calabria, affidata ai giovani ed alle associazioni, secondo un cosmopolitismo umano prima che urbano e culturale.

Questa idea di ReActioncity, come citta’ capace di farsi attraverso le azioni e reazioni, attraverso la forza e la passione dell’informale che suggerisce alle trasformazioni programmate, io l’ho maturata negli anni di studi, l’ho provata attraversando confini di città, l’ho costruita con amici e colleghi fuori regione, adesso “compiuta” con tutti coloro che hanno aderito a ReActioncity, questa idea, io l’ho sempre rincorsa e nutrita nella mia condivisione negli anni di progetto del laboratorio, con Renato Nicolini.

In questi giorni, a due anni della sua scomparsa, mentre a Roma si regala ai giovani un archivio delle sue opere e delle sue azioni, sempre brevi per cambiamenti lunghi…proprio in questi giorni in cui possiamo godere del successo di un ‘impresa collettiva, non posso che pensare che, come promesso, quel 6 luglio 2012 a Reggio Calabria, il progetto sulla città metropolitana e’ proseguito, molti di quegli studenti adesso sono “pensanti meridiani” e si sono uniti gli amici importanti in ReActioncity.

Social street reActioncity

Social street reActioncity

Si, ReActioncity e’ stata una gran bella “nicoliniata” ed a me emoziona pensare al casino, a quel casino, come sempre lo abbiamo voluto e lo vorremmo, pieno di idee e progetti. Quello di cui siamo capaci da eclettici, visionari ed amanti dell’effimero insieme. Per questo ringrazio chi ha reso con me possibile tutto, per come ci ha creduto ed ha compreso…che per fare occorre andare “oltre” per essere assai “prossimi”.

Consuelo Nava (12.08.2014)

Video trailer ReActioncity

Sito
Www.reactioncity.com

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.