Il post ed il Ri_post – Fughe da Sud, il tempo dove serve non fa prigionieri…

29.08.2016 ore 11.40

La ripesco nel mio #blog, lo riposto e ci metto l’aggiunta…
e la #ridedico in queste ore alla montagna dei miei laureati che mi chiamano per le lettere di referenze da presentare in qualche posto del mondo, a tutti quelli e quelle che sono già fuori e mi aggiornano con la loro vita “altrove”…
A voi, che ogni giorno vi chiedete (con la speranza di darvi sempre la stessa risposta di niente) perchè questa terra non riesce a risalire…
a voi colpevoli del non vedere e del fare anche con le migliori incapaci intenzioni…
A voi che fin da dentro le università, in certe università di famiglia… mostrate come non sia importante sapere e trasmettere ciò che serve almeno vent’anni prima…che nutrite la vecchiaia nei modi e nei comportamenti, nei sistemi autoreferenziali, nelle “cose vostre” aggiustate.
A voi che ancora vent’anni dopo, giovani o adulti che siate, quando avete le possibilità di cambiare questa terra da qualsiasi posizione, lasciate che ci siano le scuse plausibili, storiche e strutturali (tutte le vostre) ad accompagnare il futuro al treno, all’aereoporto con la valigia in mano..mentre il tempo, voi, no non avete mai saputo impiegarlo per “trattenere nessuno qui”.
Restare significa uno stato di angoscia non previsto per la felicità
e la gioia di chi crede a ciò che fa.
Buon viaggio e buona vita ragazzi/e, ovunque siate è la vostra terra dove poter essere migliori, dove non essere prigionieri…
A voi che ci provate e restate… o lasciate il segno, andando e tornando mille volte l’anno o non abbiate dubbi, andate.
Non vi fate trovare a galleggiare, che questi altri vi annegano, senza legge di Archimede…(cn)

28.04.2016 ore 12

Tutte le storie di successo e di sconfitta si scrivono.
C’è una coscienza fortissima che anticipa i suoi tempi di vita e/o ti cambia i programmi mentre fai altri progetti e i giovani lo sanno, non aspettano.
C’è un sud che non è’ tutto uguale, ma c’è un Sud di un paese che sta diventando tutto uguale davvero invecchiato su tutto, che premia l’arroganza, l’autoreferenzialita’, il familismo, la fedeltà ai padroni, la millantata competenza e ripaga con i posti dove servirebbero le esperienze riconosciute che vengono interdette o si autointerdicono… Ci sono un Sud ed una Calabria che così pagano pegno e ogni giorno scrivono queste storie dentro e fuori le universita’ e progettano la grande fuga del cambiamento e la resistenza e restanza della conservazione e protezione di un sistema che e’ sempre uguale”per se stesso”.
Che il coccodrillo ha finito le lacrime e i progetti veri di cambiamento non si misurano con corporativismi ignoranti, selezioni aggiustate, concorsi truccati e a colpi di ‪#‎hastag‬ dipendenti di dipendenti dell’hastag. Scientificamente e tecnicamente non sono dati attendibili per misurare alcun impatto, se non l’evidenza del perché delle grandi fughe, che così continuano. C’è un popolo capace di liberi che sceglie di rimanere tale, ovunque sia. Ci sono una parte di Sud e di Calabria che fanno comodamente fatica a comprenderlo e praticarlo, sono loro la miglior impresa di successo…Ma tutto ciò che è cambiamento ed è buono, si misura dall’incofutabile realtà dei risultati. Il tempo adesso non aspetta tempo, va veloce e dove serve non fa prigionieri… [cn]

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-04-27/la-grande-fuga-sud-comincia-all-universita-chi-si-laurea-nord-lavora-prima-e-guadagna-piu-130200.shtml?uuid=ACTuuZGD&utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook

web

web

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.